Articoli a Cura del Dott. Pierpaolo Casto

Farmaci per l’erezione senza ricetta: cosa bisogna sapere

FARMACI PER L’EREZIONE ACQUISTABILI SENZA LA RICETTA: COSA BISOGNA SAPERE

La rete sponsorizza il commercio di innumerevoli tipologie di pillole per l’erezione, acquistabili senza prescrizione medica, che garantirebbero la risoluzione a ogni forma di difficoltà erettile e, per di più, sarebbero prive di conseguenze collaterali sull’organismo.

Ciò corrisponde a realtà o a finzione? Scopriamolo insieme.

È vero che chi è vittima di problemi sessuali del genere, anche in preda all’imbarazzo, concepisca il ricorso a questi espedienti farmacologici come la via più rapida e immediata per tamponarli, tuttavia è altrettanto vero che numerosi uomini hanno curato la propria disfunzione erettile senza la somministrazione di tali pillole, seguendo un altro tipo di approccio di cui faremo menzione più avanti.

Prima di addentrarci nel discorso, è opportuno segnalare alcuni punti fondanti da tenere bene in mente:

  1. I problemi di erezione durante l’incontro sessuale possono essere provocati da cause fisiche (legate all’organo e/o a patologie concomitanti con ripercussioni sull’erezione) o da cause psicologiche (legate a stati emotivi negativi che, nell’approccio all’intimità, compromettono la regolarità erettile anche in soggetti organicamente in salute).
  2. L’erezione del pene è figlia di un processo fisiologico che si origina nella psiche del soggetto, dove s’innesca l’eccitazione mentale a seguito di stimolazioni erotiche dall’esterno. Il cervello, allora, rilascia segnali neuronali e bio-elettrici verso la zona dei genitali stimolando la produzione di ossido nitrico e il rilassamento della muscolatura liscia nei corpi cavernosi interni al pene. Questi acquisiscono la spinta sanguigna promossa dall’eccitazione psicologica e si rigonfiano fino a garantire l’irrigidimento e l’erezione dell’organo.

Effettuate queste premesse doverose, è possibile ora focalizzarsi sulle pillole “miracolose” di cui prima. Tra le più celebri, annoverate nella classe farmacologica degli inibitori dell’enzima fosfodiesterasi PDE5, ritroviamo il Viagra, il Cialis, il Levitra e lo Spedra.

A differenza di quanto si possa leggere sulle pubblicazioni online delle diverse piattaforme che li sponsorizzano, questi medicinali non garantiscono affatto l’erezione del pene, ma la loro utilità si circoscrive in particolare ai pazienti anziani con difficoltà erettive correlate all’enzima fosfodiesterasi.

Questi vasodilatatori agiscono da bloccaggio alla produzione di tale enzima e lo fanno per un arco temporale limitato. La loro funzionalità, tuttavia, è riscontrabile a patto che l’individuo non sia vittima di altri problemi fisici interconnessi e, soprattutto, abbia conseguito un livello di eccitabilità mentale adeguato. Tensioni e preoccupazioni, infatti, renderebbero vana l’assunzione di queste pillole.

Un altro punto da smitizzare riguarda la spacciata assenza di effetti collaterali: questi medicinali possono avere reazioni negative all’incontro con altri farmaci o con l’alcool.

Ma non solo, possono indurre l’uomo che ne fa uso a costruirsi un rapporto di dipendenza psicologica verso le pillole che non fa altro che incrementare la bassa autostima e, quindi, il problema erettivo di natura psicogena.

Ennesimo argomento da puntualizzare concerne la differenza fra le pillole acquistabili in farmacia e quelle acquistabili in rete.

Innanzitutto, le prime possono essere comprate soltanto previa prescrizione della ricetta medica, al contrario delle seconde che, invece, si acquistano online senza alcuna indicazione clinica e a un costo inferiore perché, bando alle ciance, si tratta di farmaci non originali.

Sono copie illegali prodotte in paesi dove le multinazionali che le creano e sponsorizzano non le sottopongono a controlli di adeguato rigore medico.

Questo aspetto è dimostrato dal fatto che i Carabinieri del N.A.S. hanno in più circostanze deliberato il sequestro di tali pillole commerciate senza ricetta medica perché è stata appurata la presenza in esse di quantità significative di sostanze nocive per l’organismo umano non elencate in etichetta, motivo per cui anche gli specialisti urologi e andrologi sconsigliano vivamente l’acquisto di prodotti del genere.

A queste pillole chimiche si affiancano quelle note come “Viagra naturale”, i prodotti di erboristeria, i cibi con fantomatiche proprietà afrodisiache e tutte quelle elaborazioni naturali per la disfunzione erettile che non richiedono la prescrizione medica in quanto di origine non farmacologica.

Tuttavia, pure rispetto ad essi, sono opportune delle delucidazioni:

  • Gli studi e i controlli effettuati su tali prodotti sono esigui e scarsi, condotti dalle medesime aziende che li producono e mettono in commercio.
  • I test medici più rigorosi condotti in maniera indipendente dalle strutture universitarie hanno rilevato la loro inefficienza in termini di ausilio a una produzione migliore dell’erezione.
  • La loro origine naturale non previene delle conseguenze collaterali anche più importanti dei farmaci correnti, in quanto sono state rintracciate sostanze farmacologiche o tossiche non esplicitate in etichetta e/o il dosaggio superiore ai limiti consentiti di alcuni elementi costituenti.
  • Benchè ufficialmente numerosi tipi di pillole naturali siano stati ritirati dal commercio dopo i test di controllo, esse ricompaiono sotto altro nome.

È piuttosto palese, dunque, come la verità è che nessuna pillola acquistata in farmacia, nessuna pillola adocchiata online, nessun rimedio naturale, siano in grado di migliorare la condizione erettile se il disturbo sessuale è correlato a cause psicologiche.

Ma non bisogna disperare, perché esiste un approccio alternativo al problema, nonché la cura elettiva per la risoluzione completa e definitiva: la psicoterapia cognitivo-comportamentale.

È un percorso che ha lo scopo di ristrutturare la psicologia del paziente nell’approssimarsi al rapporto sessuale: ovvero, il soggetto verrà guidato nella comprensione di quegli stati d’animo destabilizzanti che compromettono la regolare produzione dell’erezione al fine di correggerli con emozioni e pensieri appropriati.

Nel corso delle sedute, infatti, lo specialista aiuterà il paziente nella consapevolezza preliminare del nesso indissolubile esistente tra psiche e corpo, secondo la seguente logica: a determinati meccanismi cognitivi corrispondono reazioni fisiche della stessa natura.

In altre parole, se il paziente è turbato, perplesso e insicuro di sé prima di una performance con la propria partner, il risultato più scontato sarà di una defaillance ampiamente prevedibile.

Se, al contrario, l’uomo non incappa in quelli che scientificamente etichettiamo come “errori cognitivi”, ma vivrà l’approccio al sesso con la giusta serenità che alimenta il desiderio e l’eccitabilità, l’esito performante sarà decisamente appagante per sé e  per la propria donna.

La funzione della psicoterapia cognitivo-comportamente, pertanto, è di fornire gli strumenti e le tecniche adeguate a completare questa ristrutturazione dei pensieri, perché essi rappresentano le cause prime del problema: correggendoli, il paziente ristabilizzerà un equlibrio psicologico armonioso e, di riflesso, si assicurerà condotte piacevoli sotto le lenzuola.

Articolo a cura del Dott. Pierpaolo Casto

Psicologo e Psicoterapeuta

Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale

*** Contatti e Consulenza Specialistica con il Dott. Pierpaolo Casto:
Via Magenta, 64 CASARANO (Lecce)
Tel. 328 9197451 * 0833 501735

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2019 Frontier Theme